Home Racconti Fotografici Parco Giardino Sigurtà

Ultimi Commenti

Feed del sito

Nessun URL del feed specificato.
Parco Giardino Sigurtà PDF Stampa E-mail
Venerdì 23 Gennaio 2009 11:12

 

Il sito è in lento ma continuo rifacimento dopo la Grande Rivoluzione del 2008.

Tante cose belle brutte sono accadute, e sono servite. Ogni rivoluzione è salutare per quanto dolorosa. Non ho più rimesso mano a LuxinTenebra dal maggio del 2008. In due mesi la vita è cambiata di colpo, ma da semi fatalista illuminato quale sono ritengo che facesse tutto parte, se non di un piano, almeno di un processo di maturazione dovuto anche se non cercato.

Poco a poco sto inserendo le gallerie con le foto più... meno brutte che ho scattato. :)

Se questo nuovo sito,  ultimamente poco visitato possa essere scambiato per una sempliciotta guida allora fermatevi. Non è di certo questo il mio intento. Tutt'altro. E' solo per me che scrivo questi ricordi fotografici, e per chi un giorno vorrà leggerli e guardarli.

 Il 28 giugno 2008 iniziava la mia prima uscita con la reflex! Caldo martellante. Mirino che si imbrattava di sudore. Terribile. Ricordo che portai il cavalletto! E che scattai nell'ora peggiore in cui un fotografo possa scattare, mezzogiorno di un giorno d'estate. Geniale. Così come pure i diaframmi usati! Riguardando le foto mi do del pazzo, o più semplicemente del totale inesperto! F16! :-D

Le foto furono "divertenti" e nei giorni passati a distanza di mesi e di circa 10.000 scatti in più esperienza ho ripreso in mano i raw originali e mi sono permesso di ripubblicarli.

Lo stile cambia. 

Considerato uno dei 5 più bei parchi-giardino al mondo, a giugno del 2008 ho visitato questo luogo durante la cattività bresciana.

Il Parco giardino Sigurtà è un'oasi ecologica che si trova a Valeggio sul Mincio in provincia di Verona, vanta una superficie di 600.000 metri² e si trova a soli 8 km da Peschiera, vicino al lago di Garda. Di facile accesso grazie a la presenza nelle vicinanze di una comoda quanto sempre piena -causa Gardaland- uscita autostradale, è velocemente raggiungibile una volta passato il casello. Il consiglio  durante i giorni con più affluenza è di parcheggiare nelle adiacenze del centro commerciale che non dista più di 500 metri dell'entrata del parco stesso.

La storia del giardino risale a diversi secoli fa, questo ha origine dal “brolo cinto de muro” dell'anno 1617, giardino di Villa Maffei che nel 1859 fu il quartier generale di Napoleone III, dopo la battaglia di Solferino e San Martino.

Da allora il parco continuò a crescere grazie alle cure di Carlo Sigurtà che lo acquistò nel 1941 e che, grazie al diritto di prelevare acqua dal Mincio, fu in grado di rendere lussureggiante la zona che altrimenti sarebbe stata prevalentemente arida; l'opera di realizzazione fu proseguita dal nipote Enzo Sigurtà.

Nel 1978 il parco venne aperto al pubblico (da marzo a novembre) e, da allora viene riconosciuto come uno dei più bei parchi giardino al mondo.

Arrivati all'ingresso è possibile  affittare biciclette o i golf cart, a motore elettrico. A seguito della mia prima esperienza consiglio la visita a piedi poichè per quanto possa sembrare immenso, il parco è ampiamente visitabile in 2/3 ore. Inoltre l'affitto delle sole biciclette (neanche uno straccio di ricevuta fiscale!) si è rivelato un salasso degno di qualche località tra le più rinomate.  Il prezzo del biglietto non è certo economico, 12€ per gli adulti, 6€ il ridotto.

Sbrigate le formalità relative al biglietto viene fornita una piantina del parco. I percorsi non sono poi molti ma la cosa che da il gusto di esser li è che ogni singolo metro quadrato è visitabile.

Ho avuto inizialmente qualche perplessità nel calpestare un erba così bella, poi ci si fa l'abitudine impegnati come si è a guardarsi attorno,  anche se attraversare un prato grande come un campo da calcio  da una strana sensazione. I colori di giugno non sono tra i più belli, l'estate e soprattutto una visita nel momento più caldo della giornata non sono certo l'ideale. Nonostante ciò è possibile "accamparsi" in ogni punto per un picnic, leggere un libro, ascoltare musica -con le cuffie- o semplicemente sdriarsi a non pensare a nulla.

 
Le uniche limitazioni sono le seguenti:

  • Non è possibile allestire tavoli o strutture ricreative, giocare a pallone, accendere fuochi, prendere il sole in costume, circolare a torso nudo.
  • Non è possibile scattare foto per usi commerciali senza precedente autorizzazione scritta da parte della Direzione.
  • In caso di pioggia il biglietto non sarà rimborsato e la circolazione dei trenini e dei golf cart potrà essere sospesa per motivi di sicurezza.
  • Gli animali domestici non possono accedere al Parco.

Resta in ogni caso una straordinaria occasione di vedere qualcosa di diverso, trascorrendo una  giornata lontana da auto tv negozi stress. Peccato che poi si debba uscire.

 Il parco giardino non è sempre aperto, durante l'inverno riposa, in attesa della primavera. La data prevista di apertura 2009 è fissata all'8 marzo. 

 Sito Web: http://www.sigurta.it/