Reportage

Grüß Gott Sud Tirol


Alto Adige.  Una regione che abbiamo sentita nominare così tante volte da non sapere neppure dove si trovi forse.

Si, quasi tutti sanno che è lì, da qualche parte incastonata tra Veneto e Lombardia vicino l'Austria su per giù. Laddove tutti sono concordi è nel lamentarsi della lingua e della sua popolazione. Troppi tedeschi. Vero vero, troppi tedeschi senza dubbio, lingua incomprensibile, molta circospezione, poca affabilità da parte di questa popolazione.

In realtà le cose sono molto differenti da quanto si possa pensare e vedere, con le dovute e rare eccezioni.

Leggi tutto...

 

Fotografo a cavallo

A volte bastano solamente pochi giorni per scoprire mondi lontani ben più di cinque ore d'auto. Se poi con la stesso animo si scopre che fare pochi chilometri tra sentieri, boschi rovi e torrenti sia pari ad un viaggio indietro nel tempo, allora vale la pena viverli questi pochi giorni con animo spensierato nonostante le avversità iniziali che possono scoraggiare i viaggiatori più incalliti.

Il perno di queste emozioni, vero live motive trainante in tutti sensi, è stato l'animale simbolo per antonomasia di viaggi e libertà: il Cavallo.

Leggi tutto...

 

Abbazia di Monte Oliveto Maggiore. No Photo, anzi Si!

Quante volte abbiamo varcato i portoni di chiese, palazzi e castelli dove c'era sempre quel divieto esposto? No Photo No Video.
Quante volte poi abbiamo cercato di farla ugualmente quella fotografia, rubata, fatta con la paura di essere visti, redarguiti. Quasi sempre la stessa fotografia si era rivelata poi brutta, mossa, sottoesposta... 

 

Eppure nello sconfinato patrimonio artistico italiano tutelato dall'integerrimo ed austero Ministero dei Beni Culturali, esistono rari casi in cui l'infelice cartello No Foto, No Video, viene meno.  E' il caso dell'Abbazia di Monte Oliveto Maggiore a Chiusure. 

 

 Miracolo della fede?

 

Leggi tutto...

 

Milano, 29 Maggio 2011

Un giorno nella città Meneghina, attraverso 25 fotografie.

 

San Cristoforo, ore 18.17
Bagagli sfatti, moto smontata. Uno sguardo attonito sul mezzo, e quello severo della donna a braccia conserte. Quasi la si avverte sentenziare "te l'avevo detto". Chissà come sarà finita.

Leggi tutto...

 

San Gimignano


 
C'era una volta la via Francigena. Quasi sette secoli fa partiva da Canterbury, ed era  parte di un fascio di vie che conduceva alle tre principali mete religiose cristiane dell'epoca medievale: Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme. Attraversava tutta l’Italia, dalle Alpi al Tevere ed infine arrivava a Roma attraversando il bel paese, tra montagne, pianure e colline. Era portatrice di pellegrini, e con i viandanti viaggiava anche una cospicua ricchezza. Ricchezza che è rimasta tutt'ora in molti borghi sorti lungo quelle vie. Una ricchezza legata ai fasti del passato e stretta alla grandezza dei Signori di un tempo. Quelle famiglie che quando non erano impegnate nel farsi guerra l'un l'altra spendevano ingenti somme per abbellire il loro piccolo o grande regno. E tutto ciò accade anche qui, in un borgo dall’importante passato architettonico, unico nel panorama mondiale, conosciuto per le sue Torri.

Leggi tutto...

 
Altri Articoli...
SdR Milano - View my most interesting photos on Flickriver